Elena Mariani, vocalista

Soprano, ha iniziato a cantare giovanissima nel Coro del Duomo di Firenze. Ha studiato canto con Massimo Sardi a Firenze e con Maria Giovanna Gabanizza a Genova.
Frequenta il corso di Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio Cherubini di Firenze, sotto la guida di Leonardo De Lisi.

Svolge attività concertistica come solista, in formazioni cameristiche vocali e vocal-strumentali (duo con il pianista Gianni Franceschi e duo con l'organista Giovanni Vitangeli)  e come corista.

Dal 1992 al 2003 ha fatto parte della Schola Cantorum “Francesco Landini” della Scuola di Musica di Fiesole, diretta da Fabio Lombardo, partecipando a numerose produzioni tra cui il Progetto di esecuzione integrale della Cantate di Bach (Tre Cantate di S. Giovanni), eseguite a Milano sotto la direzione di Rinaldo Alessandrini e l’esecuzione di composizioni corali di Vinko Globokar, dirette dal compositore stesso.
Ha cantato come solista nell’Oratorio di Natale di Bach (ruolo di Echo) e nel Requiem di Fauré con l’orchestra “Vincenzo Galilei”, direttore N. Paszkowski. È stata inoltre solista nel Miserere di G. Allegri, in Rejoice in the Lamb di Britten, nella Missa Sacra op. 147 di Schumann e nella versione originale del Requiem di Fauré con l’orchestra “V. Galilei”, direttore N. Paszkowski, per i corsi di Direzione d'orchestra tenuti da Carlo Maria Giulini.

Ha inoltre tenuto numerosi concerti con l’ensemble “La Tabacchiera” e con il gruppo vocale-strumentale “Viva Voce”, diretti da Bettina Hoffmann, e in duo con il liutista Francesco Tribioli.

Dal 2000 è membro dell’ensemble vocale “Opera Polifonica” dell’Accademia Musicale di Firenze, specializzato nel repertorio antico e rinascimentale.
Tra i progetti realizzati si segnalano: un documentario sul Bargello di Firenze trasmesso dalla RAI e da altre emittenti europee (2002); la rappresentazione di The Tempest di Shakespeare, musiche di Purcell, direttore Johanna Knauf (2003); una serie di concerti per il 50° anniversario del gemellaggio tra Firenze e Reims, Francia (2004).
Ha partecipato al seminario sulla polifonia e sulla vocalità tenuto da Michael Chance con i cori “Opera Polifonica” e “Polifonici Senesi” (2008).
Per la Settimana di Musica Sacra dal Mondo, sotto la direzione di Peter Phillips (direttore dei The Tallis Scholars) ha cantato l’Officium Defunctorum di T. L. de Victoria in occasione del quarto centenario dalla morte dell’autore insieme a pagine di Palestrina, Guerrero, Gombert (2011); sotto la direzione di Federico Maria Sardelli, ha cantato negli Intermedi da La Pellegrina (musiche di Marenzio, Malvezzi, de’ Cavalieri, Peri, Caccini) con l'orchestra Modo Antiquo di Firenze (2011).
Con “Opera Polifonica” ha inciso alcuni CD per l'etichetta Bongiovanni (musiche di Tallis, Byrd, Palestrina, Soriano), positivamente recensiti da importanti riviste musicali, quali Musica e Fanfare Magazine.

Con il coro “Polifonici Senesi”, per la 62a Settimana Musicale Senese dell’Accademia Chigiana ha partecipato alla rappresentazione del Liederspiel Die Heimkehr aus der Fremde di Mendelssohn con l'Orchestra Regionale Toscana, direttore Gérard Korsten (2005); ha cantato come solista nel Magnificat in re maggiore di Bach con l'orchestra GAMS di Scandicci (2009).

Con il coro “Harmonia Cantata” di Firenze ha partecipato a importanti produzioni, tra cui Via Crucis di Liszt, direttore Marco Balderi; Rosamunde di Schubert, direttore Alessandro Pinzauti; Nänie e Schicksalslied di Brahms, direttore Daniele Giorgi; Requiem di Mozart e Requiem di Cherubini, direttore Giuseppe Lanzetta; Ein Deutsches Requiem di Brahms, direttore Raffaele Puccianti; Vesperae solennes de confessore di Mozart, direttore Oleg Caetani; Die Ruinen von Athen di Beethoven, direttore R. Puccianti; Stabat Mater di Pergolesi nella versione per coro, 4 soli e orchestra, direttore Petru L. Horvath; corista e solista (ruolo di Amore) nel concerto dedicato a Christoph Willibald Gluck nel terzo centenario dalla nascita, direttore R. Puccianti (2014); Petite Messe Solennelle di Rossini, direttore R. Puccianti (2015); Requiem di Cherubini, direttore Roland Böer (2016).
Nel 2011 ha preso parte al seminario sul Requiem di Cherubini tenuto da Roberto Gabbiani.

Con il Coro “Quodlibet” di San Casciano è stata solista nel Requiem di Fauré nel 2007, orchestra GAMS di Scandicci, direttore M. Annibali, e nel 2013, organo Giovanni Vitangeli, direttore Gianni Franceschi.

Ha insegnato tecnica vocale presso l’Associazione Corale Sesto in Canto della Scuola di Musica di Sesto Fiorentino.
Svolge attività didattica come vocalista presso il Coro “Polifonici Senesi” e il Coro “Quodlibet” di San Casciano.


Giovanni Vitangeli, organista

Nato a Firenze nel 1968, nel 1990 si è diplomato con il massimo dei voti in Pianoforte Principale e nel 1997 in Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze, dove nel 2007 ha anche conseguito il Diploma Accademico di Secondo livello in Organo e Composizione Organistica.

Ha partecipato a diversi corsi di perfezionamento di interpretazione pianistica e organistica con i Maestri R. Turek, K. Bogino, J. Demus, M. Mochi e con Franco Rossi, Italian Piano Quartet ed il Trio di Milano per la Musica da Camera.

Ha vinto il I° premio in formazione di trio (pianoforte, violino e violoncello) della prima e della seconda edizione del Concorso Internazionale di Musica da Camera del Festival Città di Zumaia (Spagna), nel 1996 il I° premio al Concorso Nazionale di Musica da Camera "A. Longo" di Torre Orsaia (Sa) e nel 1998 ha ricevuto la menzione speciale al “Premio Internazionale d’Organo antico - Pietro Nacchini” di Sant’Elpidio a Mare.

Dal 2000 al 2012 è stato organista titolare della Chiesa di S. Giovanni Battista a Campi Bisenzio (detta Chiesa dell'Autostrada) e con brillanti risultati sta svolgendo un'intensa attività concertistica sia come solista che in formazione di duo o trio. Dal 1998 al 2010 ha tenuto, come organista solista e pianista, dieci tournée in Danimarca riscuotendo ovunque unanimi consensi di critica e di pubblico. Dal 1993 è docente di pianoforte presso la Scuola di Musica di Campi Bisenzio. La sua attività di didatta lo vede impegnato da anni nelle Scuole sia medie che superiori, per le quali ha conseguito l'abilitazione con il massimo dei voti nell'estate del 2014.

 

COLLABORANO CON IL CORO QUODLIBET anche

Filippo Ciabatti, pianista

Eleonora Gronchi, mezzosoprano

Jeremy Jennings, compositore

Matteo Loi, baritono

Massimo Nesi, violinista

Giovanna Riboli, organista

Simone Taffuri, organista

Margherita Tani, mezzosoprano

Hugo Vogel, compositore